CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE ALL'ESTERO - Notiziario non periodico di informazione online per gli italiani all'estero.

Vai ai contenuti

Menu principale:

CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE ALL'ESTERO

Articoli
Apprendiamo con viva soddisfazione l'imminente riconoscimento ufficiale della Camera di Commercio italiana nelle Filippine (ICCPI) da parte del Governo Italiano.

La ICCPI con sede a Manila rappresenta il volano per tutte le società e le persone che hanno intenzione di fare affari nelle Filippine.

In particolare la Camera ha la missione di far incontrare gli imprenditori italiani con le principali catene di retail del Paese, promuovendo una maggiore presenza delle imprese italiane sul mercato, offrendo servizi di assistenza a 360 gradi, facilitando la ricerca di partner, importatori, distributori.

Il provvedimento di riconoscimento che verrà emesso con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, vuole premiare senza ombra di dubbio l'attività svolta dal rinnovato board di Presidenza della ICCPI che con le indiscusse capacità professionali del Presidente Sergio Boero e dei suoi Vice Presidenti Luca Vezzari e Lorens Ziller, hanno visto in questi anni la nostra Camera in prima linea a favore degli scambi commerciali con l'Italia e  della promozione del Made in Italy nelle Filippine.

Le Camere di Commercio all’Estero (CCIE) sono associazioni di imprenditori e di professionisti, italiani e locali, riconosciute dal Governo italiano in base alla Legge n. 518 del 01/07/1970, e parte integrante degli Sportelli Italia all'estero (Legge n. 56 del 31/03/2005), nati e sviluppatisi tradizionalmente nei luoghi di maggiore presenza italiana nel mondo.

Al momento nel mondo esistono:

  • 78 Camere in 54 Paesi;
  • 140 punti di assistenza;
  • 18.000 associati (88% aziende locali);
  • 300.000 imprese che fanno business intorno alle CCIE.

Per una ricerca delle Camere di Commercio Italiane nel mondo si rimanda al sito ufficiale di Assocamera.

Esse realizzano molteplici iniziative e attività volte ad agevolare l’accesso delle imprese italiane ai mercati esteri, promuovendo contatti per la conclusione di affari e svolgendo un’intensa azione di informazione e di comunicazione, tramite l’organizzazione di mostre, la partecipazione collettiva a fiere internazionali e locali, seminari, convegni, workshop con incontri bilaterali fra imprese italiane e imprese locali.

L’importante lavoro a supporto del Made in Italy e delle imprese italiane svolto sui territori esteri, ha portato le CCIE a diventare uno dei soggetti di riferimento del Sistema italiano di promozione dell’internazionalizzazione insieme all’Agenzia ICE e all’ENIT, come stabilito dalla Legge n. 56 del 2005, che le indica quali terzi soggetti di promozione all’estero.

Non riceviamo alcun finanziamento la nostra indipendenza sei Tu
Notiziario non periodico di informazione online
Notiziario non periodico di informazione online
Torna ai contenuti | Torna al menu