Il passaporto - Notiziario non periodico di informazione online per gli italiani all'estero.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il passaporto

Normativa
Il passaporto è un documento sia di viaggio che di riconoscimento, della validità di 3 anni, 5 anni e 10 anni dalla data di rilascio.

Viene rilasciato:

  • in Italia dalle Questure competenti per territorio in base alla residenza del richiedente;
  • all'estero dalle rappresentanze diplomatico-consolari.

È valido per tutti i paesi i cui governi sono riconosciuti dal governo italiano e, a domanda dell'interessato, può essere reso valido per i paesi i cui governi non sono riconosciuti mediante l'indicazione delle località di destinazione (L.1185/67 art. 2).

Dal 26 ottobre 2006 gli Uffici Consolari italiani all’estero rilasciano il passaporto elettronico. Tale passaporto utilizza moderne tecnologie (stampa anticontraffazione, microprocessore che consente la registrazione dei dati del titolare del documento e dell’autorità che lo ha rilasciato) che offrono standard più elevati di sicurezza.

Dal 24 giugno 2014 è stato introdotto un contributo amministrativo di € 73,50 per il rilascio del passaporto ordinario, oltre al costo del libretto (pari ad euro 42,50). Contestualmente è stata abolita la tassa di rilascio e quella annuale del passaporto ordinario (quindi il contributo di € 73,50 è valido fino alla scadenza del documento).

In casi particolari, il passaporto può essere rilasciato da un Ufficio diverso da quello di residenza; in tali casi sarà necessario acquisire preventivamente la delega da parte dell'Ufficio (Questura o Consolato) competente per residenza.

In questo caso è bene tenere presente che la necessaria delega della Questura/Consolato competente potrebbe rendere più lunghi i tempi di rilascio.

Erroneamente si pensa che la validità del passaporto sia di 10 anni ma la validità temporale del passaporto differisce in base all’età del titolare, come di seguito riportato:

  • minori di 3 anni la validità è di 3 anni;
  • minori dai 3 ai 18 anni la validità è di 5 anni;
  • maggiorenni la validità è di 10 anni.

Bisogna fare molta attenzione a non far scadere la validità del passaporto in quanto quelli scaduti non possono più essere rinnovati, ma bisogna procedere alla richiesta di una nuova emissione.

Il Regolamento (CE) n. 2252 del 2004 (modificato dal Regolamento (CE) n. 444/2009), dal 29 giugno 2009 ha disposto l'obbligo di inserimento delle impronte digitali nel passaporto elettronico esentando i minori di anni 12 alla rilevazione delle impronte medesime.

È inoltre prevista l'esenzione permanente dalla rilevazione delle impronte digitali (e in questo caso viene rilasciato un passaporto temporaneo) in caso di:

  • patologia o impedimento fisico permanente opportunamente documentati (ad es. certificazione medica rilasciata da un'autorità sanitaria locale, strutture ospedaliere;
  • menomazione o malformazione fisica evidente (in tal caso non bisogna presentare alcuna certificazione medica).
    • Legge 21 Novembre 1967 n. 1185. Norme sui passaporti (modificata dalla legge 16 gennaio 2003, n. 3 e dal Decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135 , convertito in legge 20 novembre 2009, n. 166);
    • Legge 21 novembre 2000, n. 342 (art. 55). Disposizioni di razionalizzazione in materia di tasse sulle concessioni governative e di imposta di bollo;
    • Legge 16 gennaio 2003, n. 3. Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione;
    • Regolamento (CE) n. 2252/2004 del Consiglio del 13 dicembre 2004, relativo alle norme sulle caratteristiche di sicurezza e sugli elementi biometrici dei passaporti e dei documenti di viaggio rilasciati dagli stati membri;
    • Regolamento (CE) n. 444/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 28 maggio 2009, che modifica il regolamento (CE) n. 2252/2004 del Consiglio relativo alle norme sulle caratteristiche di sicurezza e sugli elementi biometrici dei passaporti e dei documenti di viaggio rilasciati dagli stati membri;
    • Decreto ministeriale 23 giugno 2009 n. 303/014. Disposizioni relative al modello e alle caratteristiche di sicurezza del passaporto ordinario elettronico;
    • Legge 20 novembre 2009, n. 166.
    • Decreto ministeriale 23 marzo 2010, n. 303/13 - Disposizioni relative ai libretti di passaporto ordinario;
    • Decreto Legislativo 3 febbraio 2011, n. 71 – Ordinamento e funzioni degli Uffici consolari;
    • decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135, recante disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari e per l'esecuzione di sentenze della Corte di Giustizia delle Comunità Europee. (Art. 20 Ter);


Non riceviamo alcun finanziamento la nostra indipendenza sei Tu
Notiziario non periodico di informazione online
Notiziario non periodico di informazione online
Torna ai contenuti | Torna al menu