Le norme sulle pensioni "antibadante" - Notiziario non periodico di informazione online per gli italiani all'estero.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le norme sulle pensioni "antibadante"

Normativa
L'anziano che sposa una donna badante, non è più una novità e migliaia sono i matrimoni contratti da ultra settantenni e giovani donne straniere.

Per far fronte all'aggravio dei costi che gravano sulle casse previdenziali, dal 1 gennaio 2012 hanno effetto le decurtazioni previste dalla legge n. 111/2011.

Tali decurtazioni sono riportate nel provvedimento denominato "anti-badanti", è di fatto il taglio della pensione di reversibilità per coloro che abbiano contratto matrimonio da meno di 10 anni con un consorte sopra i 70 anni, o comunque più anziano di 20 anni.

Lo spiega l'Inps nel messaggio n. 6304 del 2012, nel quale indica le specifiche del calcolo delle pensioni che rende operativa la norma che blocca, nelle intenzioni del governo, i matrimoni di interesse tra "badanti" e clienti anziani.

Le pensioni di reversibilità, nei casi descritti, vengono tagliate del 10% per ogni anno che manca al raggiungimento del decimo anno di matrimonio (es. alla morte del consorte con matrimonio valido da 5 anni, la decurtazione sarà del 50%).

Nessun taglio è previsto in caso di presenza di figli minori, studenti o inabili.
  • Legge n. 111 del 15 luglio 2011 - Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge n. 98/11 recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. (GU n. 164 del 16-07-2011).
Non riceviamo alcun finanziamento la nostra indipendenza sei Tu
Notiziario non periodico di informazione online
Notiziario non periodico di informazione online
Torna ai contenuti | Torna al menu