News dal Web - Notiziario non periodico di informazione online.

italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
Vai ai contenuti

Detrazione per carichi di famiglia 2019 per pensionati residenti all’estero

Notiziario non periodico di informazione online.
Pubblicato da in pensionati ·
Tags: detrazioniresidentiestero
 
Per poter fruire delle detrazioni per carichi di famiglia i pensionati residenti all’estero in Paesi che assicurano un adeguato scambio di informazioni, devono presentare annualmente apposita domanda all’INPS per certificare l’esistenza dei requisiti previsti per averne diritto.  
Con messaggio n. 4161 del 9 novembre 2018, l'INPS comunica la necessità di presentare apposita istanza entro il 15 febbraio 2019 tramite:  
  • i vari patronati che tra l’altro forniscono assistenza gratuita;
  • con Pin dispositivo o credenziali Spid di secondo livello, seguendo, dal sito www.inps.it, il percorso: “Prestazioni e Servizi” - “Fascicolo previdenziale cittadino” -
Necessario e indispensabile, per averne diritto, attestare la sussistenza dei requisiti previsti - dall’articolo 24, comma 3-bis, del Tuir - (condizione che il reddito prodotto dal soggetto nel territorio dello Stato italiano sia pari almeno al 75 per cento del reddito dallo stesso complessivamente prodotto e che il soggetto non goda di agevolazioni fiscali analoghe nello Stato di residenza)
Per i pensionati che hanno già fruito di detrazioni per carichi di famiglia nel 2018, per mantenerle anche nel 2019, anche loro dovranno farne richiesta entro il 15 febbraio 2019 e se tale richiesta verrà presentata dopo il termine previsto, le detrazioni saranno revocate a partire dalla pensione del mese aprile 2019.
Qualora, dopo la revoca, venga presentata domanda di applicazione delle detrazioni, le stesse saranno attribuibili con la prima rata utile; contestualmente, verrà effettuato anche il conguaglio per le mensilità pregresse.
Si evidenzia inoltre che La legge di bilancio 2018 ha disposto che, a decorrere dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni, il limite di reddito complessivo per essere considerati fiscalmente a carico è di 4mila euro anziché 2.840,51 euro.  
Per ulteriori informazioni consultare il messaggio n. 4161 del 9 novembre 2018.


Torna ai contenuti