News dal Web - Notiziario non periodico di informazione online.

italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
italianiallestero.net
Vai ai contenuti

Le schede per il voto all'estero arrivano non firmate, ecco il perchè...

Notiziario non periodico di informazione online.
Pubblicato da in voto ·
E' la legge stessa che lo prevede: saranno firmate dallo scrutatore al seggio una volta rispedite.
In questi giorni stanno arrivando agli italiani all'estero le schede elettorali per partecipare alle elezioni politiche del 4 marzo. Alcuni elettori ci hanno scritto sollevando un dubbio: come mai le schede che abbiamo ricevuto non sono firmate? Sono valide? O c'è qualche problema? Dopo aver controllato le norme e consultato i ministeri dell'Interno e degli Esteri possiamo rassicurare tutti: è giusto che sia così.
La legge sul voto degli italiani all'estero (la 459 del 2001) prevede che le schede siano inviate non firmate e saranno vidimate con il bollo solo al seggio, durante lo scrutinio. Riportiamo qui di seguito la norma completa, per chi dovesse interessare.

ARTICOLO 14

1. Le operazioni di scrutinio, cui partecipano i rappresentanti di lista, avvengono contestualmente alle operazioni di scrutinio dei voti espressi nel territorio nazionale.
2. Insieme al plico contenente le buste inviate dagli elettori, l'ufficio centrale per la circoscrizione Estero consegna al presidente del seggio copia autentica dell'elenco di cui al comma 1 dell'articolo 5, dei cittadini aventi diritto all'espressione del voto per corrispondenza nella ripartizione assegnata...[leggi]



Torna ai contenuti